Misura 1.C Orientamento specialistico o di secondo livello

Obiettivi della misura

Il processo orientativo è finalizzato ad esplorare in maniera approfondita l’esperienza di vita del soggetto per sollecitarne maturazione, pro attività e autonomia nella ricerca attiva del lavoro. L’orientamento specialistico è propedeutico alla sua eventuale combinazione con l‘accompagnamento al lavoro, o le altre misure previste dal PAR Lazio proprio perché le risultanze dei colloqui orientativi definiscono la progettazione di percorsi e obiettivi successivi in favore del giovane Neet. L’orientamento di II livello è rivolto soprattutto ai giovani con necessità di costruire una progettualità professionale collocata in una prospettiva temporale non necessariamente immediata e si avvale di una serie di approcci metodologici diversi, a seconda del contesto, la fase di vita ecc.

Soggetti proponenti

Soggetti accreditati ai sensi della DGR 198/2014 e s.m.i. per i servizi per il lavoro generali obbligatori.  I CPI della Regione Lazio

Destinatari della misura

Coerentemente con quanto previsto nell’ambito del PON IOG e del PAR Lazio (cfr. scheda 1.C), e nel rispetto di quanto indicato al paragrafo. 3, i destinatari della misura sono giovani NEET di età compresa tra i 15 e i 29 anni.

Contenuti e caratteristiche della misura

  •  analisi dei bisogni del giovane e formulazione e definizione degli obiettivi da raggiungere;
  •  ricostruzione della storia personale, formativa e lavorativa del giovane;
  •  messa a punto di un progetto personalizzato in una prospettiva sia di ricostruzione del pregresso ma anche di valutazione delle risorse di contesto (famigliari, ambientali ecc.) e specificazione del ruolo che possono svolgere a sostegno della specifica problematica/transizione del giovane.

Modalità attuative

Le azioni di orientamento specialistico sono attuate dagli operatori del mercato del lavoro che possiedono competenze specialistiche (OMLS) così come declinate ai sensi della dgr 198/2014 e smi. Si tratta di azioni mirate e realizzate attraverso:

  • colloqui individuali. Rappresentano lo strumento fondamentale di un’azione di orientamento di II livello e vanno condotti da un professionista esperto nel rispetto del setting, inteso non solo come luogo e spazio adatti, ma anche in relazione agli obiettivi condivisi;
  • laboratori di gruppo. I laboratori – per gruppi non superiori a tre persone – possono prevedere una conduzione o una co-conduzione in funzione delle esigenze dell’utenza e dell’équipe;
  • griglie e schede strutturate. Tali strumenti vengono utilizzati sia nell’ambito del colloquio sia nei laboratori;
  • questionari e strumenti di analisi validati e standardizzati. Si configurano come strumenti di supporto nella conduzione dei colloqui, qualora l’OMLS ne ritenga opportuno l’utilizzo al fine di ottenere informazioni più puntuali;
  • eventuali attività di back office per un massimo di 2 ore eventuali. Ad es. esempio preparazione documentazione per laboratori di gruppo.

Durata
La durata del servizio è fissata in 4 ore.

Per i giovani Neet più deboli, ossia con indice di profilazione “3” o “4” la durata dell’orientamento specialistico è fissata in 8 ore.